10. Gradienti

Figura 7.23. Alcuni esempi di gradienti di GIMP.

Alcuni esempi di gradienti di GIMP.

Gradienti dalla cima al fondo: dal primo piano allo sfondo (RGB); spettro di saturazione completo; malditesta nauseante; colori marroni; quattro barre.


Un gradiente è un insieme di colori posti in un ordine lineare. L'uso base dei gradienti avviene tramite lo strumento Gradiente, detto anche «strumento gradiente» o «strumento di riempimento a gradiente»: con esso si riempiono le selezioni con colori presi da un gradiente. Ci sono molti modi per controllare il modo in cui i gradienti di colore vengono disposti nella selezione. Ci sono anche altri modi per utilizzare i gradienti, inclusi:

Disegno con un gradiente

Ogni strumento di disegno di base di GIMP permette l'opzione di usare i colori da un gradiente. Ciò permette la creazione di tratteggi che cambiano colore da un capo all'altro.

Filtro a mappa gradiente

Questo filtro permette di "colorare" un'immagine a scala di grigi, sostituendo ogni sfumatura di grigio con un colore corrispondente preso da un gradiente. Vedere Sezione 8.39, «Mappa gradiente» per ulteriori informazioni.

Quando si installa GIMP, si installano con esso un gran numero di gradienti interessanti, ed è possibile aggiungerne altri creandoli o scaricandoli da altre fonti (per es. Internet). L'accesso ai gradienti disponibili avviene tramite la finestra di dialogo dei gradienti, una finestra agganciabile che è possibile attivare quando serve o tenerla sottomano come scheda in un pannello. Il «gradiente corrente», usato in molte operazioni che coinvolgono i gradienti, viene mostrato dall'area Pennello/Motivo/Gradiente nel pannello degli strumenti. Fare clic sul simbolo del gradiente nel pannello degli strumenti è un modo alternativo per aprire o portare in primo piano la finestra dei gradienti.

Molti semplici esempi di lavoro con i gradienti (per ulteriori informazioni consultare la sezione Strumento gradiente):

Alcuni particolari utili da sapere sui gradienti di GIMP:

I gradienti forniti con GIMP sono memorizzati in una cartella di sistema con nome gradients. Come impostazione predefinita, i gradienti creati dall'utente vengono memorizzati in una cartella di nome gradients nella propria cartella personale di GIMP. Ogni file gradiente, cioè con estensione .ggr, trovato in una di queste cartelle, verrà caricato automaticamente all'avvio di GIMP. Volendo, si possono aggiungere altre cartelle al percorso di ricerca dei gradienti, inserendole nella scheda gradienti nella pagine Cartelle dati della finestra di dialogo delle preferenze.

Nuova in GIMP 2.2 è la capacità di caricare file gradienti in formato SVG, usato da molti programmi di grafica vettoriale. Per rendere GIMP in grado di caricare un file gradiente SVG, basta metterlo nella cartella gradients della cartella personale di GIMP o in qualsiasi altra cartella presente nel percorso di ricerca dei gradienti.

[Suggerimento] Suggerimento

Su Internet è possibile trovare molti gradienti SVG, in particolare su OpenClipArt Gradients [OPENCLIPART-GRADIENT]. Prego notare che non sarà possibile visualizzare l'aspetto di questi gradienti a meno che il proprio programma di navigazione non supporti il formato SVG, anche se questo non impedirà la possibilità di scaricarli.