8.21. Ampliamento contrasto

Il comando ampliamento contrasto allarga automaticamente i valori di istogramma nel livello attivo. Per ogni canale del livello attivo, esso trova i valori massimo e minimo e li usa per allargare gli istogrammi di rosso, verde e blu al campo di contrasto massimo. I colori più chiari diventano più chiari ancora e quelli più scuri diventano ancora più scuri, in poche parole, aumenta il contrasto. Questo comando produce un effetto simile in qualche modo al comando normalizzazione, eccetto che esso lavora su ogni canale di colore di ogni livello in maniera individuale. Ciò porta spesso a spostamenti di colore nell'immagine, che potrebbero non portare all'effetto desiderato. «Ampliamento contrasto» lavora su livelli di immagini RGB, in scala di grigi e indicizzate. Usare l'«ampliamento contrasto» solo se si desidera rimuovere una tinta di colore non desiderata da un'immagine che dovrebbe contenere solo valori puri di bianco e nero.

Questo comando somiglia anche al comando bilanciamento del bianco, ma esso non rigetta nessun pixel troppo scuro o troppo chiaro, per cui il bianco potrebbe non essere perfetto.

8.21.1. Attivazione del comando

  • Questo comando è disponibile dalla barra del menu immagine tramite ColoriAutoAmpliamento contrasto.

8.21.2. Esempio di «ampliamento contrasto»

Figura 16.184. Immagine originale

Immagine originale

Il livello e i suoi istogrammi di rosso, verde e blu, prima del comando «ampliamento contrasto».


Figura 16.185. Immagine dopo il comando

Immagine dopo il comando

Il livello e i suoi istogrammi di rosso, verde e blu dopo il comando «ampliamento contrasto». Le colonne di pixel non raggiungono l'estrema destra dell'istogramma (255) a causa dell'esistenza di pochi pixel molto luminosi, diversamente dal comnando «bilanciamento del bianco».

L'ampliamento dell'istogramma crea degli spazi tra le colonne di pixel, dandone un aspetto a strisce.