2. Preparare immagini per Internet

Uno degli usi più comuni di GIMP è per preparare immagini che devono apparire meglio possibile su un sito Web. Questo significa che le immagini devono rendere il meglio possibile ma contemporaneamente non essere troppo grandi per non appesantire la fruibilità del sito. Questa piccola guida passo passo spiegherà come ottenere il risultato di file immagine di piccola dimensione con una degradazione minima nella qualità.

2.1. Immagini con un rapporto ottimale dimensione/qualità

Un'immagine ottimale per il web dipende dal tipo di immagine e dal formato file in uso. Se si vuole esporre fotografie con molti colori, è necessario usare quasi esclusivamente il formato JPEG. Se l'immagine contiene meno colori, probabilmente non è una fotografia ma un disegno come un pulsante o una schermata, ci si trova meglio usando il formato PNG.

  1. Per prima cosa aprire l'immagine come di consueto. Nel nostro caso apriremo l'immagine di Wilber come esempio.

    Figura 6.8. L'immagine di Wilber aperta in modalità RGBA

    L'immagine di Wilber aperta in modalità RGBA

  2. L'immagine ora è in modalità RGB, con un canale alfa aggiuntivo (RGBA). Normalmente non c'è bisogno di un canale alfa per le immagini web. È possibile eliminarlo con il comando immagine appiattita.

    Una fotografia raramente possiede un canale alfa, perciò essa probabilmente si aprirà in modalità RGB piuttosto che in RGBA e quindi non sarà necessario rimuovere il canale alfa.

    [Nota] Nota

    Se l'immagine ha una transizione sfumata verso le aree trasparenti, non si dovrebbe rimuovere il canale alfa, dato che si perderebbero le informazioni sulla transizione che non verrebbero salvate nel file. Se invece si vuole salvare un'immagine con aree trasparenti che non hanno una transizione graduale, come nei file GIF, rimuovere tranquillamente il canale alfa.

  3. Dopo aver appiattito l'immagine, si potrà esportare l'immagine in formato PNG per il proprio sito web.

[Nota] Nota

È possibile salvare immagini in formato PNG con le impostazioni predefinite. È consigliabile impostare sempre la compressione al massimo: con questo formato file non si osserveranno effetti negativi di degrado della qualità o nei tempi di caricamento dell'immagine; solo il salvataggio dell'immagine sarà leggermente rallentato. Un'immagine in formato JPEG invece, perde qualità all'aumentare della compressione. Se l'immagine è una foto con molti colori, è comunque conveniente salvarla come jpeg. Il problema con il formato jpeg è trovare un compromesso tra qualità e compressione. Informazioni ulteriori su questo argomento si trovano al paragrafo Sezione 1.2.3, «Esporta l'immagine come JPEG».